5 operai a processo per la libertà di espressione. Intervista a Moni Ovadia (Articolo21)

Cinque lavoratori dell’ex Fiat (poi Fca) di Pomigliano d’Arco sono stati licenziati (nel 2014) e ora sono sotto processo. Perché dopo il suicidio di due lavoratori e la morte sul lavoro di un terzo hanno deciso di manifestare la loro protesta mettendo in scena una ironica rappresentazione che raffigurava l’impiccagione di un manichino con la foto di Sergio Marchionne sul viso. La vicenda interpella inequivocabilmente l’art.21 della Costituzione. 

Oggi la sentenza. Abbiamo intervistato Moni Ovadia, da subito in prima linea a fianco dei cinque operai e del loro diritto alla libertà espressione… 

di Stefano Corradino

Fonte: articolo21

LEGGI QUI L’INTERVISTA 

Written By
More from Redazione

Non c’è posto per la violenza in questi giochi! L’appello di Amnesty per le olimpiadi di Rio

Secondo Amnesty International nel mese di maggio del 2016, a Rio, in...
Read More