Il porto del disincanto. Scritti in onore di Maria Luisa Maniscalco

PhD in sociologia conseguito presso l’Università degli Studi di Roma Tre e arabista, è docente a contratto di sociologia delle migrazioni islamiche in Europa.
04 ottobre 2016

Il volume: Il porto del disincanto. Scritti in onore di Maria Luisa Maniscalco (Franco Angeli, 2015) a cura di F. Antonelli, V. Rosato, E. Rossi, è un contributo ad honorem alla sociologa - tra le fondatrici- del Dipartimento di Scienze politiche e del Master in Peacekeeping and Security Studies dell’Università degli Studi di Roma Tre.

I venti contributi scritti dai suoi allievi, colleghi e amici più vicini, analizzano alcuni tra i temi più interessanti a cui la docente ha dedicato anni di ricerca.

I suoi studi di sociologia del denaro, sulla Peace Reseach e di sociologia dell’Islam sono solo alcuni dei temi trattati. Il volume è diviso in tre macro aree: Società, istituzioni, capitalismo; Differenze culturali, genere, religiosità; Conflicts and Peace Studies.

Il testo non è solo un omaggio ma anche il tentativo di rilanciare tesi ed analisi che dimostrano la loro stringente attualità nei fatti e nei processi della società contemporanea. Si tratta di contributi che consentono di decifrare accadimenti, come il terrorismo, i processi di pace e i conflitti dimenticati, che altrimenti verrebbero delegati esclusivamente all’inchiesta giornalistica.

Tutti i saggi sono fruibili perché sanno unire l’approfondimento accademico con la narrazione accessibile ad una platea vasta di lettori. Questo rende la pubblicazione meritevole di essere promossa.