I Sikh di Latina hanno le porte aperte la Lega tiene i porti chiusi

Ieri mattina (13 maggio 2019) quando mi sono arrivati alcuni messaggi, mi sono turbato, perplesso, arrabbiato. Poi ho cercato di comprendere, capire sino a sorridere, sebbene non si sia tanto da ridere!

Ho letto un articolo pubblicato su uno dei quotidiani più diffusi in provincia di Latina in cui era riportato che un candidato della Lega alle elezioni europee si era fatto fotografare posando con un signore indiano della comunità Sikh di Pontinia nel Lazio. Il titolo dell’articolo è – Europee, Adinolfi incontra i Sikh di Pontinia: “Lega mai stata razzista” -. Su un titolo così, detto in verità, non so se piangere, ridere o veramente preoccuparmi.

Prima di tutto, per essere chiari, le porte dei templi Sikh, chiamati Gurudwara, hanno sempre le porte aperte a tutti, di qualsiasi appartenenza immaginabile. La comunità Sikh accoglie tutti, soprattutto chi ha bisogno.

… Ed è così che con questo spirito i Sikh di Pontinia hanno accolto il politico della Lega, e questo è corretto, in un’ottica di dialogo e comprensione reciproca.

D’altra parte, ragiono sul senso di questo gesto e, benché mi sforzi, non vedo una Lega che vuole accogliere la gente che fugge dalle guerre, carestie o disagi economici. In Italia vedo i porti chiusi e aumentare gli atti di razzismo verso i migranti proprio da quando esiste il governo giallo verde. Ogni giorno nei media assistiamo ad atti di violenza in generale ed in particolare contro i migranti. E’ fuor di dubbio che il clima di diffidenza, paura e odio nel Paese sia aumentato!

La lega parlava di 600 mila clandestini e poi scende a 90 mila!!!

Ma, visto che non credo che la politica sia questo, parliamo allora dei valori fondamentali, i valori dei Sikh si basano su tre principi: il primo: “Naam jap”, che vuole dire prega senza specificare a chi, quindi ognuno prega secondo la sua fede. Secondo principio: “Kirat kar” – che tradotto è fai del bene, dal fare un lavoro onesto a fare del bene in genere. Il terzo principio è: “Vand chakh” – condividi e sarai benedetto. Tutti questi valori io non li ritrovo nei valori della Lega, che solo fino a qualche anno fa voleva la Padania libera, parlava di terroni, di secessione, etc etc. Un movimento che parla male dei propri connazionali.

La Lega ha vinto le elezioni facendo la sua campagna elettorale contro i migranti. Adesso forse vogliono diversificare e cosa c’è meglio di un turbante dai colori sgargianti e una barba folta che di per sé attrae, fa esotico.Sembra un perfect POSTER BOY.

Marco Omizzolo, Gurmukh Singh e Susanna Camusso durante la Manifestazione Control il Caporalato a Borgo Hermada (LT) del 9 settembre 2018.

Quindi mi domando come i Sikh possano essere loro alleati. Nello sciopero per i diritti dei braccianti sfruttati (di qualsiasi provenienza) organizzato il 18 aprile del 2016, la Lega non era presente. Erano invece presenti insieme a 4mila Sikh, la FLAI CGIL e Marco Omizzolo in persona che è in prima linea da molti anni sui diritti dei braccianti Sikh e contro il caporalato. Perché il signore della Lega che posa coi Sikh di Pontinia non va a parlare coi padroni sfruttatori e ad ascoltare le difficoltà dei braccianti sfruttati? Perché non va a vedere le condizioni di lavoro e di vita dei Sikh?

La colpa è anche dei Sikh che forse non conoscono abbastanza la storia del Paese nel quale risiedono e del loro stesso contributo nel liberare questo Paese dall’occupazione  fascista e nazista. Qui c’è anche la mancanza della sinistra di non aver creato gli strumenti efficaci per la diffusione della lingua italiana e della storia per far conoscere meglio questo Paese ai migranti.

I Sikh, tanti di noi, lavorando nelle campagne e non avendo un accesso facile alle scuole di lingua non comprendono bene la lingua italiana e non riescono a seguire adeguatamente le dinamiche politiche e sociali del Paese. Per questo sono facilmente strumentalizzabili.

L’articolo parla di migranti irregolari che danneggiano gli italiani e i migranti regolari, ma non si parla del come e del perché i migranti diventano irregolari e clandestini. Forse questa domanda disturba tanti e chiede un impegno intellettuale e umano capace di indagare le responsabilità e creare insieme le soluzioni. Non si parla ad esempio del decreto Sicurezza che ha fatto diventare anche i migranti che hanno ottenuto la cittadinanza, cittadini di serie B.

La Lega ha chiuso i centri di accoglienza “Sprar”, ha tagliato i fondi per l’insegnamento della lingua ai migranti, unici strumenti per la loro integrazione in questo Paese.

Purtroppo non riesco ancora a capire il titolo dell’articolo che dice: “la Lega non è stata mai razzista”.

Ho parlato con Gurmukh Singh, presidente dell’associazione che rappresenta i Sikh del Lazio, e mi ha confermato che il comizio della Lega era stato organizzato nella piazza e non dentro il Gurudwara, e poi per qualche motivo sono andati nel tempio.

Secondo Gurmukh c’è la richiesta di non utilizzare il Gurudwara per il comizio politico perchè Il tempio è e deve restare un luogo di preghiera e non per fare politica.

Gurmukh invita la politica a contrastare lo sfruttamento dei braccianti che vengono pagati 3 euro per ogni ora di lavoro.

Spero che domattina mi svegli con qualche buona notizia per il Bel Paese, tipo la disoccupazione non esiste più, insieme alle mafie e al caporalato.

More from Harvinder Singh

Art Bridge il documentario che racconta l’arte come ponte tra le culture

Press Release Questo film è vincitore del progetto del Ministero per i...
Read More