Sud Sudan, nuovi scontri armati, ancora morti e rischio crisi umanitaria

In Sud Sudan riprendono gli scontri armati in un territorio già gravemente colpito da povertà, carestia e disastri ambientali. Gli esperti parlano di circa 500 mila persone a rischio. Secondo Medici Senza Frontiere sarebbero già centinaia i morti, forse più di 300, centinaia i feriti e 10 mila gli sfollati. In due anni e mezzo i combattimenti […]

Di guerra e di pace

Il sistema democratico occidentale è basato su principi quali la dignità dell’essere umano, la giustizia, i diritti fondamentali e inalienabili tra cui, innanzitutto, il diritto alla vita, alla libertà dalla fame e dall’ignoranza, alla protezione, ma è al contempo carico di incoerenze e contraddizioni, espressione probabilmente di un capitalismo predatorio e globale. Anche il continuo […]

Mafie straniere in Italia

L’incremento dei fenomeni migratori che interessano gran parte dei paesi europei, tra cui l’Italia, ha determinato un crescente coinvolgimento di cittadini di origine straniera in reati di criminalità organizzata, in qualità di vittime – la grande maggioranza – in qualità di autori di reati comuni e in reati di tipo mafioso. Le organizzazioni criminali di […]

The Harvest

Un esercito di uomini e donne piegati nei campi agricoli pontini a lavorare, senza pause, sotto padrone, ai ritmi imposti e per retribuzioni misere. Raccolta manuale di ortaggi, semina e piantumazione per 12 ore al giorno filate sotto il sole o sotto le serre. Quattro euro l’ora nel migliore dei casi, con pagamenti che ritardano mesi, a volte mai […]

Cara di Mineo: 6 nuovi avvisi di garanzia

Sembra destare poco scalpore sulla stampa nazionale. Eppure la notizia è di quelle che dovrebbe generare dibattito, polemica, scandalo. Si tratta dell’ennesima dimostrazione della trasformazione del nostro sistema di accoglienza in business, spesso illegale e truffaldino. Al centro del mirino ancora il Cara di Mineo. Dalla mattina di oggi, 22 giugno c.a., la polizia di […]

Emergenza insediamenti informali: più impegno dalle istituzioni per un’accoglienza dignitosa

Dal sito di Medici Senza Frontiere Molte importanti associazioni impegnate da anni sul fronte dei diritti umani e in particolare dei migranti e di coloro che sono colpiti da guerre e catastrofi, hanno sottoscritto un appello al governo italiano chiedendo un modello di accoglienza e intervento nei riguardi in particolare dei profughi e dei richiedenti […]

Grecia, paradosso europeo, tra crisi e profughi

Seminario internazionale Atene, 7 – 9 luglio 2016 MISSIO, FOCSIVe CARITAS, sostenitori della Campagna Cei “Il diritto di rimanere nella propria terra”, congiuntamente agli aderenti della Campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, organizzano dal 7 al 9 luglio2016 un evento di tre giorni ad Atene. L’obiettivo comune è quello di […]

Messico. La polizia fa strage di insegnanti, 6 morti e 50 feriti

Dal sito Contropiano Alcune notizie fanno più male di altre. Spesso rappresentano la follia che condiziona la politica di alcuni governi. E quello messicano, tra questi governi, è quello che piùsi avvicina ad una nuovadittatura, ad un nuovo fascismo, violento, razzista e classista come tutti i fascismi. Nella giornata del 20 giugno c.a., stando a […]

Il movimento bracciantile in Italia e il caso dei braccianti indiani in provincia di Latina dopati per lavorare come schiavi

Abstract del saggio di Marco Omizzolo, in Migranti e territori (ediesse editore), 2015 Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), il numero di persone vittime del traffico internazionale di esseri umani nel mondo arriva a circa 2,45 milioni, di cui almeno mezzo milione risiede nell’area OSCE. La maggior parte di esse è costituita da migranti (uomini, […]

Eritrea: un Paese sotto dittatura amica dell’Italia

Un eritreo su sei ha lasciato il paese per sfuggire al regime. Pochi lo ricordano ma delle 368 persone che morirono nella strage di Lampedusa il 3 ottobre di due anni fa, 360 erano eritrei, gli altri 8 invece etiopi. In tanti inoltre non vollero indagare le ragioni reali che spingono migliaia di eritrei a […]