migranti e territori

Il potenziale nascosto delle imprenditrici immigrate

by

Dati recenti sottolineano come la presenza femminile tra gli imprenditori stranieri sia in crescita, sia giovane e abbia caratteri di innovazione: è straniero il 9,3% delle aziende capitanate da una donna (pari a 121 mila unità) contro una percentuale dell’8,5% tra quelle maschili. Le circa 90.300 imprese femminili straniere presenti nell’Italia centro-settentrionale costituiscono quasi l’11% […]

Sudan e Gambia contro la Corte dell’Aia ma l’Italia li “ingaggia” per i migranti

by

Negli ultimi cinque mesi centinaia, migliaia di profughi eritrei sono stati fermati in Sudan e gettati in carcere, in attesa di essere rimpatriati contro la loro volontà: riconsegnati alla dittatura dalla quale erano scappati. Lo scorso agosto, 40 giovani sudanesi sono stati fermati dalla polizia italiana a Ventimiglia e trasferiti con un volo speciale da […]

I guardacoste libici nuovi gendarmi della Fortezza Europa

by

Un abbordaggio al gommone stracarico di profughi. Che è affondato, trascinando in mare quasi 150 tra uomini, donne e bambini. Quattro sono morti e di almeno 15, ma forse addirittura di quasi 25, si è persa ogni traccia: desaparecidos, vittime che non lasciano a familiari ed amici neanche un corpo su cui pregare. L’assalto, accusa […]

Profughi: tutti “alzano muri”, a cominciare dall’Italia

by

“L’Europa deve cambiare l’approccio nella lotta allo spreco alimentare come sull’immigrazione. In Ue prevalgono gli egoismi nazionali, ma l’Europa è nata per abbattere muri, non alzarli. Per questo proporrò che quel barcone recuperato nel 2016 sia messo davanti alla sede delle istituzioni europee: mi piacerebbe che lì davanti ci fosse quel relitto che ci ricorda […]

Oggi alla Fao. Dal lavoro schiavizzato alle nostre tavole: i lavoratori migranti nelle campagne italiane

by

Esce oggi il nuovo Osservatorio sul Diritto al Cibo ed alla Nutrizione, quest’anno centrata su come l’appropriazione delle sementi e di altre risorse naturali (terra, acqua, foreste) da parte delle multinazionali stia influenzando il modo in cui viene prodotto il cibo che mangiamo. La pubblicazione è ricca di articoli, ricerche e approfondimenti su diverse questioni cruciali legate […]

Soldi in cambio di uomini: tocca all’Afghanistan

by

Soldi in cambio di uomini. Dopo la Turchia ora tocca all’Afghanistan. Lo ha sancito una serie di accordi tra l’Unione Europea e Kabul. Il sigillo finale è stato apposto a Bruxelles il cinque ottobre, nell’incontro convocato per dar corso all’impegno di concedere all’Afghanistan il finanziamento per lo sviluppo di 3,7 miliardi di euro l’anno promesso […]

Tempi Moderni a Torino all’International Labour Organization delle Nazioni Unite

by

Il presidente di Tempi Moderni Marco Omizzolo terrà una lezione martedì 11 ottobre c.a. presso l’ILO (International Labour Organization), organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere i diritti dei lavoratori e un lavoro che riconosca mondialmente dignità, legalità e giustizia a tutti i suoi attori. L’iniziativa si terrà a Torino. Sarà presente anche […]

Profughi, confini blindati a raffiche di mitra

by

Per costringere la barca a fermarsi, di solito prendono di mira l’acqua davanti alla prua. Se non basta, cercano di mettere fuori uso il motore fuoribordo, a poppa. Certo è, comunque, che le pattuglie navali di Frontex, l’agenzia europea per il controllo dei confini, hanno la facoltà di sparare contro i battelli dei trafficanti carichi […]

L’Italia si chiude: crollano anche i “sì” alle richieste d’asilo

by

Adam, un profugo gambiano poco più che ventenne, non nasconde i suoi forti timori. La paura, anzi. Fuori dal piccolo appartamento che condivide con altri cinque giovani africani, Casapound ha organizzato una manifestazione e affisso manifesti contro “l’invasione” di migranti. Non è questa protesta, tuttavia, a preoccupare Adam. Ha passato ben altro prima di sbarcare […]

La sfida dei profughi ragazzini

by

Ha cercato di saltare su un Tir in corsa, alle soglie dell’Eurotunnel, ma è finito sotto le ruote. E’ morto così, a Calais, un ragazzino afghano di appena 14 anni. E’ la più giovane delle decine di vittime del muro eretto per fermare i profughi sul versante francese della Manica. Ma ad ucciderlo, più che […]