migranti e territori

Un video per una storia di impegno

by

Un meraviglioso video scritto, interpretato e girato dalla classe 3° B.U. a.s. 2018/2019 del liceo statale A. Manzoni di Latina. Un video che riprende l’esperienza di ricerca e impegno del presidente di Tempi Moderni e ricercatore Eurispes, Marco Omizzolo, sul tema dei diritti umani e soprattutto dei braccianti stranieri, soprattutto indiani, residenti nell’Agro Pontino. “E’ […]

Persistenze e mutamenti sociali correlate alla prima grande ondata migratoria italiana (1870- 1920) tra spinte alla modernizzazione e riflusso all’ordine tradizionale.

by

Persistenze e mutamenti sociali correlate alla prima grande ondata migratoria italiana (1870- 1920) tra spinte alla modernizzazione e riflusso all’ordine tradizionale. La memoria è vita. Ne sono portatori, sempre, gruppi di persone viventi, e quindi essa è in perpetua evoluzione; soggetta alla dialettica del ricordare e del dimenticare, ignara delle sue successive deformazioni, aperta a […]

Tratta internazionale a scopo di sfruttamento lavorativo: una riflessione ancora aperta

by

A febbraio del 2019, su delega della Direzione distrettuale antimafia, la polizia di Catania ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di cinque persone ritenute responsabili dei reati di tratta di persone pluriaggravata. Le aggravanti sono la transnazionalità del reato, l’aver agito in danno di minori ed esposto le persone offese a un grave […]

ONU: Italy must urgently protect evicted migrant workers from exploitation, say UN rights experts

by

Tempi Moderni pubblica, in inglese, un comunicato delle Nazioni Unite con riferimento al recente sgombero del ghetto di San Ferdinando da parte del governo italiano. Un’azione muscolare che non ha risolto il problema e ha suscitato le critiche qualificate dell’Onu. Italy must act urgently to protect hundreds of migrant workers evicted from an informal settlement […]

Don Zerai: “La strage dei migranti è figlia di muri e respingimenti. Ma l’Italia fa finta di non vedere”

by

Morti già 213 migranti dall’inizio dell’anno: 2005 in mare e 8 lungo le “vie di terra”. La rotta più pericolosa si conferma quella del Mediterraneo centrale, dalla Libia verso l’Italia, con 145 vittime, incluse le 25 salme affiorate fra il tre e il tredici gennaio nel golfo della Sirte. Sulla rotta spagnola i morti sono […]

La strage a 50 miglia dalla Libia è solo l’ultima di una lunga, “silenziata” catena?

by

E’ stata una strage: almeno 117 migranti morti, tra cui 10 donne e 2 bambini. Uno di appena due mesi. E’ il bilancio dell’ultimo naufragio nel Mediterraneo Centrale. I disperati stipati dai trafficanti sul gommone andato a picco venivano quasi tutti dal Sudan o dall’Africa Occidentale. Tre soltanto i superstiti: due sudanesi e un gambiano. […]

Magistratura Democratica Emilia Romagna e i minori stranieri non accompagnati col decreto sicurezza

by

Riceviamo e pubblichiamo questa riflessione di Magistratura Democratica – Emilia Romagna che diffondiamo mediante i nostri canali. Esprimiamo una grande preoccupazione per il futuro dei minori stranieri non accompagnati che, dopo la conversione in legge del c.d. “decreto sicurezza”, rischiano di trovarsi letteralmente in mezzo ad una strada, perdendo sia una sistemazione abitativa, che il […]

Malta, Pozzallo, Lampedusa: vittorie di pescatori “ribelli” ai muri anti migranti

by

Hanno vinto loro, i marinai del motopesca spagnolo Nuestra Madre de Loreto: sono stati portati a Malta, non in Libia, i 12 migranti che l’intero equipaggio, dopo averli salvati in mezzo al Mediterraneo, ha rifiutato di consegnare alle autorità di Tripoli. Undici li ha sbarcati domenica 2 dicembre lo stesso peschereccio e uno, colpito da […]

L’origine del sovranismo nazionalista anti immigrati nelle politiche dell’Ue?

by

Contrariamente a diffuse retoriche sovraniste, analizzando le politiche europee degli ultimi venti anni, si nota un continuo slittamento delle stesse verso politiche sempre più securitare nei confronti dei flussi migratori. Ciò ha riguardato, sebbene mediante processualità diverse, sia i c.d. migranti economici che i flussi di migranti forzati. Gli stessi confini europei, contro tesi avanzate […]

La dittatura eritrea: da che parte sta Jovanotti?

by

Jovanotti ha fatto uscire in questi giorni “Chiaro di luna”, un video che prende il titolo da una delle sue canzoni più ascoltate e più cantate nei 67 concerti Live tenuti quest’anno. Per ambientarlo ha scelto Asmara, in Eritrea. La città scorre veloce nelle immagini: le strade, le piazze, le “architetture italiane”, la sala del […]