mondi globali

Eritrea, sarà la pace con l’Etiopia a spazzare via il regime?

by

“Una storica visita di pace”. O, ancora, “Un abbraccio storico”. Così hanno titolato diversi media internazionali l’incontro avvenuto l’otto luglio ad Asmara tra Isaias Afewerki e il nuovo presidente etiope Abiy Ahmed, dopo un ventennio di stato di guerra tra Eritrea ed Etiopia. Il vertice, chiuso con la dichiarazione ufficiale di “fine guerra”, segna la […]

Migranti, rimosse stragi e sofferenze per giustificare la politica dei “muri”

by

Almeno 220 vite stroncate. Sono le vittime di tre naufragi avvenuti nel giro di appena due giorni, il 19 e il 20 giugno, al largo delle coste libiche. Il primo di fronte a Janzur, 15 chilometri a ovest di Tripoli. Poi, poco più a occidente, verso Zawyia. Infine, l’ultimo, ad alcune miglia da Garabulli, a […]

Cairo, si uccide in aeroporto piuttosto che essere riconsegnato al regime eritreo

by

Piuttosto che essere costretto a tornare in Eritrea ha scelto di morire. Zerensenay Ermias Tesfatsion si è ucciso nella zona di transito per persone sotto custodia dell’aeroporto internazionale del Cairo. Aveva poco più di trent’anni. Trent’anni spesi in buona parte a inseguire un sogno di libertà. Sembrava averlo realizzato, questo sogno, quando – dopo una […]

Il Senegal affamato da siccità e land grabbing

by

Il villaggio è tutto di capanne di paglia e rami intrecciati. E’ uno dei tanti villaggi dei popoli Fulani (Peul per i francesi), pastori seminomadi che costituiscono oltre il venti per cento della popolazione del Senegal, ma che sono disseminati in buona parte dell’Africa Occidentale, dalla Mauritania al Mali e, più a sud, fino alla […]

Gharyan, 8 profughi uccisi durante un tentativo di fuga dopo essere scampati a un sequestro in massa

by

“Hanno ucciso 8 di noi. E più di venti feriti. Stavano tentando di fuggire dal centro di detenzione di Gharyan. Erano terrorizzati perché poche ore prima una banda di miliziani aveva assaltato il campo e rapito oltre 200 nostri compagni. I poliziotti e i militari di guardia, però, non hanno esitato a sparare per fermarli. […]

Egitto, la diaspora eritrea in piazza per “riprendersi la vita”

by

Sono scesi in piazza quasi in mille, dandosi appuntamento davanti alla sede dell’Unhcr, l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati. Mille giovani della diaspora eritrea al Cairo, donne e uomini che hanno trovato il coraggio di sfidare le reazioni di una polizia non certo tenera come quella egiziana, l’ostilità di molta parte della gente che li […]

Senegal, la tragedia dei migranti raccontata dai cantastorie

by

Edifici francesi e capanne di paglia. C’è ancora un’aria coloniale a Carabane. In posizione strategica su un’isola che domina uno dei bracci principali della foce del Casamance, l’antica capitale della regione ora è poca cosa rispetto ai fasti del passato, ma racconta una pagina importante della storia del Senegal e resta un punto di riferimento […]

Fra Iran, Turchia, Azerbaijan: la Rivoluzione dove meno te l’aspetti

by

Quanto tempo è che non si sente parlare di una rivoluzione democratica? Dei cittadini che invadono le strade e pretendono le dimissioni di una figura autoritaria nel nome del potere al popolo, del ritorno a un principio di responsabilità e rappresentanza? E dove meno che mai si sentono echeggiare i canti e i tamburi di […]

Tensioni ai bordi d’Europa: che succede in Armenia?

by

La storia delle proteste di massa di questi giorni in Armenia ha nnoo rigine in un anno, il 2013, e nella città di Gyumri, a circa 150 km dalla capitale, Yerevan, dove dal 13 aprile è in corso la grande mobilitazione. Due filoni, nello spazio e nel tempo, che sono stati annidati da una clamorosa […]

Sei morti nel campo di Gharyan, ma l’Italia respinge i profughi in Libia

by

“Come sono morti? Uno si è suicidato, vinto da mesi di sofferenze inumane. Gli altri sono morti di stenti e di sfinimento”. Sono le parole di uno dei compagni delle vittime. I morti sono sei giovani profughi, ma potrebbero anche essere nove, perché altri tre sono scomparsi all’improvviso da diversi giorni e ormai si teme […]