mondi globali

Robel, morto sotto tortura a 17 anni: sotto accusa il blocco in Libia voluto dalla Fortezza Europa

by

Inseguiva la libertà. Una vita senza dover imbracciare un fucile o subire l’incubo di un lavoro da schiavi. I sogni di ogni giovane della sua età: una ragazza, gli amici, la musica, la possibilità di farsi strada. Per questo è fuggito dall’Eritrea. E invece ha trovato una morte orribile ad Homs, ucciso da un mese […]

Diaspora tax, diplomatico eritreo espulso dall’Olanda: “Roma segua l’esempio di Amsterdam

by

E’ nata come auto-tassazione degli esuli eritrei per finanziare la lunga lotta di indipendenza dall’Etiopia. Il regime di Isaias Afewerki l’ha trasformata in una imposta obbligatoria che grava su tutti gli eritrei residenti all’estero: 2 per cento sul reddito. Un obbligo che si concretizza attraverso il ricatto: chi si sottrae perde ogni contatto con l’Eritrea […]

“Combattere, non fuggire”. Si profila una primavera eritrea?

by

“Fight not flight”: combattere, non fuggire. E’ questa la scelta che fanno sempre più spesso i giovani eritrei. Sono tantissimi i ragazzi che, negli ultimi anni, hanno abbandonato la propria terra. E’ come una emorragia che sta svuotando il paese delle energie migliori. E ne uccide il futuro. Secondo fonti Onu, si è arrivati fino […]

Oltre 170 migranti morti in dieci giorni: sotto accusa la politica dei “muri”

by

Il 2018 si è aperto con le vite spezzate di oltre 170 giovani migranti che tentavano di raggiungere le coste europee. Centosettantadue in appena dieci giorni. Due ragazzi a Melilla, travolti dal Tir sotto il quale si erano nascosti per prendere clandestinamente un ferry di linea diretto in Spagna; quattro annegati, il 4 gennaio, nello […]

Soldati italiani in Niger: una scelta neocoloniale per scaricare sull’Africa il dramma dell’immigrazione

by

Sono stati scelti i parà della Folgore, un reparto d’élite, per il primo contingente militare italiano da inviare in Niger, dove sono già operative basi francesi, americane e tedesche. Quasi 500 uomini con 130 veicoli e il rinforzo di squadriglie di elicotteri da assalto. La stampa locale ne parla da almeno un mese. Il premier […]

Oltre mille profughi-schiavi in un lager a Sabha: nessuno ascolta il loro grido d’aiuto

by

Più di mille giovani eritrei ed etiopi, sequestrati da bande di predoni in prossimità del confine tra il Sudan e la Libia, sono segregati da oltre sei mesi in una enorme prigione dei trafficanti a Berk, una località non lontana da Sabha, la capitale del Fezzan, snodo tra le piste sahariane che arrivano dal Sudan, […]

Migranti, il blocco in Libia moltiplica arrivi e morti sulla rotta spagnola

by

Si erano nascosti su una chiatta merci partita il 3 dicembre da Dakar, in Senegal, e diretta in Belgio. Erano in 19, tutti giovani senegalesi tra i 18 e i 25 anni. Li hanno scoperti solo undici giorni dopo, il 14 dicembre, quando la chiatta navigava in pieno Oceano Atlantico, a nord delle Canarie, trainata […]

Dal vertice di Abidjan un piano per l’Africa o per l’Europa?

by

Dal vertice di Abidjan, in Costa d’Avorio, l’Europa è uscita impegnandosi a “scrivere”, insieme agli Stati africani, un nuovo piano per eliminare i centri di detenzione e i campi profughi in Libia. Secondo i calcoli dell’Unione Africana, si tratta di liberare e far uscire dalla Libia qualcosa come 700 mila persone. Un’impresa enorme. Le linee […]

Potere, Partito, legge elettorale e costituzione in Georgia

by

da: www.eurasianbusinnessdispatch.com Scrivere una legge elettorale è sempre un passaggio politico ed istituzionale combattutissimo. Lo diventa ancora di più quando si decide di includere la legge elettorale nella costituzione. E il conflitto raggiunge l’apice quando la riforma della legge fondamentale è estesa, e discussa in un contesto politico polarizzato. Che in Georgia la riforma costituzionale sarebbe […]

Don Zerai: “A Calais è di nuovo jungla: morto il senso stesso di umanità”

by

Dormono all’aperto tra le dune, accampati alla meglio nella boscaglia, cercando di ripararsi dal freddo con qualche coperta. I più fortunati con un sacco a pelo. Sono giovani e la dura esperienza di profughi li ha abituati a sopportare. Ma le lunghe notti sulla Manica sembrano non finire mai. E poi si dorme sempre con […]