Comitato Nuovi Desaparecidos

Esposto all’Imo per demolire l’alibi della zona Sar libica

by

La zona Sar libica è una finzione. Tripoli non ha nessuno dei requisiti essenziali per assumersi la responsabilità di gestire un’area di ricerca e soccorso in mare. Non ha nemmeno una centrale operativa in cui ricevere le chiamate d’emergenza per poi organizzare e coordinare le operazioni di salvataggio. Meno che mai ha una rete di […]

Smantellare la finzione della zona Sar libica nata dalla politica dei muri

by

“Occorre smantellare la finzione della zona Sar libica, mettendo sotto accusa la politica dei muri contro i migranti che l’ha creata”. E’ questa la risoluzione emersa al termine di un convegno che – come si evince dal tema: “Il dovere di salvare” – ha messo a confronto la “legge del mare” e quanto sta accadendo […]

Convegno Università RomaTre: “Il dovere di salvare. La legge del mare, la politica dei muri e la zona Sar libica”

by

Tempi Moderni promuove il convegno “Il dovere di salvare. La legge del mare, la politica dei muri e la zona Sar libica” organizzato presso l’università degli studi di Roma Tre dal dipartimento di giurisprudenza e dal Comitato Nuovi Desaparecido.   Locadina dell’evento

Comitato Nuovi Desaparecidos: perché siamo accanto a Mimmo Lucano

by

L’arresto di Mimmo Lucano, il sindaco di Riace, ha provocato un’ondata di emozioni. Un insieme di sorpresa, incomprensione, incredulità, indignazione, solidarietà. Nessuno vuole mettere in discussione il ruolo e l’azione della magistratura, che non solo è libera ma, anzi, ha il dovere di indagare su chiunque. Tanti, tantissimi, però, sono quanto meno perplessi che si […]

Lampedusa, 5 anni dopo

by

Era ancora scuro, la notte tra il due e il tre ottobre 2013, quando quel barcone carico di profughi è arrivato a meno di un chilometro da Lampedusa. La prua era puntata verso la Spiaggia dei Conigli. Una grossa unità sbucata dal buio lo ha affiancato a distanza e poi ha girato tutt’intorno, disegnando in […]

On line il nuovo e-book di Emilio Drudi “Fuga per la vita”

by

E’ on line il nuovo ebook di Emilio Drudi dal titolo: “Fuga per la vita” (iperfont per acquisto su sito Amazon https://www.amazon.it/Fuga-vita-tragedia-profughi-annunciata-ebook/dp/B075RRS4GN/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1505994462&sr=8-1&keywords=emilio+drudi), edito da Edizioni Simple per Tempi Moderni, con presentazione di Arturo Salerni, presidente del Comitato Nuovi Desaparecidos che patrocina il volume. Drudi con quest’opera ha voluto ricostruire, con puntualità rigorosissima, le condizioni socio-politiche che […]

Dal Marocco alla Spagna in moto d’acqua, la nuova frontiera degli sbarchi

by

A cura di Giulia Sbaffi Nell’estate inumana della lotta all’accoglienza e dei respingimenti, la disperazione si fa ingegno e i migranti superano il confine con l’Europa a bordo di moto d’acqua. Nella giornata del 9 agosto a Ceuta, una delle due enclave spagnole in Marocco, di acqua scooter ne sono state spedite nove ed hanno […]

Profughi: un piano studiato per tenerli lontano, ad ogni costo

by

Ora è operativo. Dal pomeriggio del 2 febbraio, con la firma congiunta del premier Gentiloni e del presidente del Governo di Alleanza di Tripoli, Fayez Serraj, è entrato in vigore a tutti gli effetti il piano sull’immigrazione concordato tra Italia e Libia dal ministro Minniti all’inizio di gennaio. Lo hanno chiamato memorandum sui migranti. Gentiloni […]

Ricatto turco alla Grecia e alla Ue, con l’arma dei profughi

by

“Se non estradate i militari golpisti dovremo prendere dei provvedimenti, incluso l’annullamento dell’accordo sull’immigrazione”: è il senso dell’ultimatum che, senza usare mezzi termini, Ankara ha inviato ad Atene. In sostanza, i profughi, indesiderati in Europa, vengono usati come arma di ricatto, sulla base del trattato che, entrato in vigore nel marzo del 2016 tra l’Unione […]

Migranti stuprate in Libia, ma la Ue si preoccupa delle navi Ong di soccorso

by

Il rischio di essere stuprate durante la fuga verso il Mediterraneo e l’Europa è così alto che, prima di avventurarsi in Libia dal Sudan o dal Niger, numerose migranti, per evitare una possibile, quasi certa gravidanza, si sottopongono, per almeno tre mesi, a iniezioni di forti dosi di contraccettivi. La notizia di questa massiccia “assunzione […]