Di Maio

Selam, da sei anni in fuga dall’Eritrea

by

“L’Eritrea? Grazie all’accordo che ha posto fine allo stato di guerra ventennale con l’Etiopia, è un paese che sta cambiando, aperto alla democrazia”. In realtà Isaias Afewerki, il dittatore che schiavizza l’Eritrea da vent’anni, è sempre al suo posto, con tutto il suo apparato di potere. E i dissidenti, come l’ex ministro Berahe Abrehe, continuano […]

Magistratura Democratica Emilia Romagna e i minori stranieri non accompagnati col decreto sicurezza

by

Riceviamo e pubblichiamo questa riflessione di Magistratura Democratica – Emilia Romagna che diffondiamo mediante i nostri canali. Esprimiamo una grande preoccupazione per il futuro dei minori stranieri non accompagnati che, dopo la conversione in legge del c.d. “decreto sicurezza”, rischiano di trovarsi letteralmente in mezzo ad una strada, perdendo sia una sistemazione abitativa, che il […]

La forma dell’acqua

by

Introduzione Ci voleva una splendida novantenne, Rossana Rossanda nella trasmissione Propaganda Live di venerdì 27 ottobre, a ricordare come il tema centrale che può diversificare un certo modo di fare politica è il lavoro. È il lavoro il tema centrale che unisce tutti i discorsi e che dovrebbe servire a distinguere modi diversi di fare […]

Malta, Pozzallo, Lampedusa: vittorie di pescatori “ribelli” ai muri anti migranti

by

Hanno vinto loro, i marinai del motopesca spagnolo Nuestra Madre de Loreto: sono stati portati a Malta, non in Libia, i 12 migranti che l’intero equipaggio, dopo averli salvati in mezzo al Mediterraneo, ha rifiutato di consegnare alle autorità di Tripoli. Undici li ha sbarcati domenica 2 dicembre lo stesso peschereccio e uno, colpito da […]

L’origine del sovranismo nazionalista anti immigrati nelle politiche dell’Ue?

by

Contrariamente a diffuse retoriche sovraniste, analizzando le politiche europee degli ultimi venti anni, si nota un continuo slittamento delle stesse verso politiche sempre più securitare nei confronti dei flussi migratori. Ciò ha riguardato, sebbene mediante processualità diverse, sia i c.d. migranti economici che i flussi di migranti forzati. Gli stessi confini europei, contro tesi avanzate […]

La dittatura eritrea: da che parte sta Jovanotti?

by

Jovanotti ha fatto uscire in questi giorni “Chiaro di luna”, un video che prende il titolo da una delle sue canzoni più ascoltate e più cantate nei 67 concerti Live tenuti quest’anno. Per ambientarlo ha scelto Asmara, in Eritrea. La città scorre veloce nelle immagini: le strade, le piazze, le “architetture italiane”, la sala del […]

“Grandi numeri per grandi affari”: questo il modello d’accoglienza del “Governo del cambiamento”

by

Lo chiamano “governo del cambiamento” ed infatti sta cambiando il sistema di accoglienza, solo che anziché investire in qualità, servizi, professionalità, con un drammatico balzo a ritroso, fa tornare il Paese alla logica dei grandi numeri per grandi affari. Insomma, proprio quello che Salvini, Di Maio and co. avevano promesso di combattere. Ed invece ci […]

Relazione in italiano di Urmila Bhoola, relatrice speciale ONU sulle forme contemporanee di schiavitù, comprese cause e conseguenze

by

Si pubblica per intero la relazione della dott.ssa Bhoola, relatrice speciale delle Nazioni Unite sulle forme contemporanee di schiavitù, presentata a Roma venerdì 12 ottobre 2018, dopo aver visitato i luoghi in Italia in cui tale fenomeno è più diffuso e organizzato e aver incontrato alcuni dei maggiori protagonisti di questa tematica, come ricercatori, braccianti […]

Arriva dalla Guinea l’ultima strage di migranti “silenziata”

by

Sono morti in 60, portati via dalle onde dell’Atlantico, di fronte all’Africa. Altre 60 vite di giovani migranti spezzate. A migliaia di chilometri dall’Europa. Eppure, vittime dei muri innalzati dalla Fortezza Europa per escludere, tenere lontani, tanti, tantissimi disperati come loro. Si erano imbarcati nel nord della Guinea Bissau su un cayuko, la barca da […]

I ragazzi della Diciotti: la fuga è un errore ma la soluzione non sono le barriere

by

Più della metà dei profughi eritrei arrivati a Catania con la nave Diciotti hanno abbandonato i centri di accoglienza dove erano ospitati, in Sicilia e a Rocca di Papa, alle porte di Roma, in attesa di iniziare, una quarantina, un percorso di relocation in Irlanda e in Albania, oppure, la maggioranza, di inserimento sociale in […]