Mattarella

“Grandi numeri per grandi affari”: questo il modello d’accoglienza del “Governo del cambiamento”

by

Lo chiamano “governo del cambiamento” ed infatti sta cambiando il sistema di accoglienza, solo che anziché investire in qualità, servizi, professionalità, con un drammatico balzo a ritroso, fa tornare il Paese alla logica dei grandi numeri per grandi affari. Insomma, proprio quello che Salvini, Di Maio and co. avevano promesso di combattere. Ed invece ci […]

Relazione in italiano di Urmila Bhoola, relatrice speciale ONU sulle forme contemporanee di schiavitù, comprese cause e conseguenze

by

Si pubblica per intero la relazione della dott.ssa Bhoola, relatrice speciale delle Nazioni Unite sulle forme contemporanee di schiavitù, presentata a Roma venerdì 12 ottobre 2018, dopo aver visitato i luoghi in Italia in cui tale fenomeno è più diffuso e organizzato e aver incontrato alcuni dei maggiori protagonisti di questa tematica, come ricercatori, braccianti […]

Arriva dalla Guinea l’ultima strage di migranti “silenziata”

by

Sono morti in 60, portati via dalle onde dell’Atlantico, di fronte all’Africa. Altre 60 vite di giovani migranti spezzate. A migliaia di chilometri dall’Europa. Eppure, vittime dei muri innalzati dalla Fortezza Europa per escludere, tenere lontani, tanti, tantissimi disperati come loro. Si erano imbarcati nel nord della Guinea Bissau su un cayuko, la barca da […]

Comitato Nuovi Desaparecidos: perché siamo accanto a Mimmo Lucano

by

L’arresto di Mimmo Lucano, il sindaco di Riace, ha provocato un’ondata di emozioni. Un insieme di sorpresa, incomprensione, incredulità, indignazione, solidarietà. Nessuno vuole mettere in discussione il ruolo e l’azione della magistratura, che non solo è libera ma, anzi, ha il dovere di indagare su chiunque. Tanti, tantissimi, però, sono quanto meno perplessi che si […]

Lampedusa, 5 anni dopo

by

Era ancora scuro, la notte tra il due e il tre ottobre 2013, quando quel barcone carico di profughi è arrivato a meno di un chilometro da Lampedusa. La prua era puntata verso la Spiaggia dei Conigli. Una grossa unità sbucata dal buio lo ha affiancato a distanza e poi ha girato tutt’intorno, disegnando in […]

Prime note della CGIL su schema di decreto-legge Salvini

by

La Cgil ha elaborato una prima valutazione del Decreto Legge licenziato dal Consiglio dei Ministri che costituisce un’interessante piattaforma dalla quale partire per riuscire a comprende i punti salienti dello stesso e le conseguenze che esso rischia di produrre con riferimento, ad esempio, al complesso dei diritti riconosciuti alle persone, ai migranti e nella gestione […]

I ragazzi della Diciotti: la fuga è un errore ma la soluzione non sono le barriere

by

Più della metà dei profughi eritrei arrivati a Catania con la nave Diciotti hanno abbandonato i centri di accoglienza dove erano ospitati, in Sicilia e a Rocca di Papa, alle porte di Roma, in attesa di iniziare, una quarantina, un percorso di relocation in Irlanda e in Albania, oppure, la maggioranza, di inserimento sociale in […]

Come si vive in Eritrea. Una risposta al senatore Mauro Colorti

by

“In Eritrea non ci sono situazioni aperte di conflitto ed anzi le condizioni di vita non sono così male. C’è lavoro per tutti anche se c’è molta povertà, ma nessuno muore di fame”. Con queste motivazioni il senatore Mauro Colorti, del Movimento 5 Stelle, arriva alla conclusione che le migliaia di giovani che continuano a […]

Gharyan, 8 profughi uccisi durante un tentativo di fuga dopo essere scampati a un sequestro in massa

by

“Hanno ucciso 8 di noi. E più di venti feriti. Stavano tentando di fuggire dal centro di detenzione di Gharyan. Erano terrorizzati perché poche ore prima una banda di miliziani aveva assaltato il campo e rapito oltre 200 nostri compagni. I poliziotti e i militari di guardia, però, non hanno esitato a sparare per fermarli. […]

L’inferno dei profughi in Libia: diventano un’auto-accusa le giustificazioni dell’Italia di fronte alla denuncia Onu

by

“Cos’è oggi la Libia si sapeva già…”. O, ancora: “Sono cose terribili, ma in fondo già note”. E via di questo tono. E’ con dichiarazioni di questo genere che vari esponenti del Governo e del Parlamento italiano hanno reagito alla dura presa di posizione di Zeid Raad Al Hussein, il commissario Onu per i diritti […]