Salvini

Eritrea, un anno fa la pace. Ma c’è la pace?

by

Inebriati dalla libertà e dalla pace. Questo emerge dalle vecchie foto in bianco e nero che ritraggono i volti, i gesti, gli abbracci, i balli di migliaia di donne, uomini, ragazzi che per giorni hanno invaso le strade di Asmara e di tutte le città del Paese all’indomani del referendum del 1993, che ha sancito […]

Le madri eritree come le madri de Plaza de Majo

by

In piazza “armate” soltanto di un foulard bianco, il simbolo internazionale della lotta per i diritti umani. Le donne eritree della diaspora hanno dato vita a un movimento che, ispirandosi a quello delle Madri di Plaza de Majo, intende organizzare una serie di manifestazioni in tutta Europa per chiedere “verità e giustizia” per i propri […]

Davide Mattiello: Bruno Caccia e il futuro della democrazia

by

Come ci sono arrivate le mafie al Nord? Se per “mafie” intendiamo le tradizionali organizzazioni mafiose che abbiamo imparato a conoscere cioè Cosa Nostra, Stidda, ‘ndrangheta, Camorra, Sacra Corona Unita, Società foggiana (…) possiamo dire che esiste un radicamento consolidato in anni di presenze capillari, più o meno avvertite e contrastate, in tutto il nord […]

Esecuzione penale: inaccettabile la mancata attuazione della riforma.

by

La riforma in materia di esecuzione penale non ha mai visto la  luce.   Le commissioni speciali di Camera e Senato – istituite nelle more della formazione del nuovo Governo nella primavera 2018  per risolvere le questioni urgenti ed in sospeso – non hanno inserito la riforma dell’ordinamento penitenziario nel proprio ordine del giorno. Una decisione […]

Smantellare la finzione della zona Sar libica nata dalla politica dei muri

by

“Occorre smantellare la finzione della zona Sar libica, mettendo sotto accusa la politica dei muri contro i migranti che l’ha creata”. E’ questa la risoluzione emersa al termine di un convegno che – come si evince dal tema: “Il dovere di salvare” – ha messo a confronto la “legge del mare” e quanto sta accadendo […]

Eurispes: “Elezioni europee, 6 italiani su 10 “affezionati” all’Europa. Gli ottimisti sul futuro dell’Ue sono 4 su 10”

by

Italiani più “affezionati” all’Europa di quanto si possa immaginare: negli ultimi due anni è, infatti, aumentata di oltre 12 punti la percentuale di coloro che sono convinti che il nostro Paese debba rimanere all’interno dell’Unione, passando dal 48,8% del 2017 al 60,9% di oggi. Tanto che la “carta” dell’Italexit è quasi scomparsa dall’agenda politica e […]

Convegno Università RomaTre: “Il dovere di salvare. La legge del mare, la politica dei muri e la zona Sar libica”

by

Tempi Moderni promuove il convegno “Il dovere di salvare. La legge del mare, la politica dei muri e la zona Sar libica” organizzato presso l’università degli studi di Roma Tre dal dipartimento di giurisprudenza e dal Comitato Nuovi Desaparecido.   Locadina dell’evento

Convegno alla Statale di Milano “L’origine del supermercato. Filiere produttive e voci migranti”

by

Tempi Moderni parteciperà mediante Marco Omizzolo, suo presidente, al convegno organizzato presso l’università degli studi di Milano sia in via del Perdono 3 (aula 211), mercoledì 08 maggio c.a., dal titolo “L’origine del supermercato. Filiere produttive e voci migranti”. La relazione di Marco Omizzolo ha come titolo “Agrumarie e caporalato nell’Agro Pontino: un sistema organizzato […]

Oxfam-In Migrazione: “Il sistema di accoglienza perderà i suoi navigator”

by

Le voci degli operatori in un nuovo rapporto per fotografare la demolizione del sistema di accoglienza diffusa in Italia. Oltre 4 mila giovani senza più lavoro dall’inizio dell’anno. A fine 2019 potrebbero essere 15 mila con un costo sociale di 200 milioni di euro. Foto (link)   Il modello italiano di accoglienza diffusa – che ha permesso fino a […]

Tratta internazionale a scopo di sfruttamento lavorativo: una riflessione ancora aperta

by

A febbraio del 2019, su delega della Direzione distrettuale antimafia, la polizia di Catania ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di cinque persone ritenute responsabili dei reati di tratta di persone pluriaggravata. Le aggravanti sono la transnazionalità del reato, l’aver agito in danno di minori ed esposto le persone offese a un grave […]