Salvini

ISGI-CNR, Tempi Moderni e Grei250 per una ricerca europea sulle regolarizzazioni Progetto ROSS – regolarizzazione come occasione di sviluppo sociale

by

La regolarizzazione in corso in Italia presenta numerosi aspetti di interesse. È la  prima dal 2012, ma l’ottava da quando l’Italia si è dotata con il testo unico del 1998 di una politica di migrazione per lavoro. È la prima dopo la pandemia e nasce, come recita il comma 1 dell’art. 103 del dl 34/2020 […]

1 maggio: libertà è sicurezza. Ripartire senza ispettori, si può?

by

Ripartire, riaprire, riaccendere i motori… appaiono slogan neofuturisti, usati come promessa di normalità, incentrati più sul quando che sul come tornare alle libertà personali in modo diversamente sicuro. Nei prossimi giorni la ripresa della vita civile, con un ripristino graduale delle libertà personali, è formalmente affidata a un’autocertificazione o comunque all’autoresponsabilità delle imprese che dovranno […]

Rivolta contro il decreto porti chiusi: “Distrugge il nostro stare insieme”

by

Il decreto interministeriale che chiude i porti alle navi straniere con a bordo naufraghi salvati nel Mediterraneo fuori dalla nostra zona Sar è arrivato improvviso e doloroso come una frustata. Improvviso per come è maturato. Doloroso negli effetti immediati perché lede i diritti dei più deboli, a cominciare da quello alla vita stessa. Il motivo […]

Esposto all’Imo per demolire l’alibi della zona Sar libica

by

La zona Sar libica è una finzione. Tripoli non ha nessuno dei requisiti essenziali per assumersi la responsabilità di gestire un’area di ricerca e soccorso in mare. Non ha nemmeno una centrale operativa in cui ricevere le chiamate d’emergenza per poi organizzare e coordinare le operazioni di salvataggio. Meno che mai ha una rete di […]

Ciao Nash, che la terra ti sia lieve. I diritti negati: gli effetti del Decreto Sicurezza al tempo del Coronavirus.

by

Tempi Moderni pubblica la riflessione e denuncia di Mimma D’Amico dell’Ex Canapificio sulla morte di Nash per il coronavirus e d’emarginazione. Una combinazione letale per chi vive ai margini in un Paese che ha deciso di costruire un sistema di accoglienza che conserva la disuguaglianza e gli stati di povertà. Il coronavirus coglie gli esclusi […]

Libia come un inferno, l’Italia sposa il negazionismo

by

L’Italia ha prorogato il memorandum d’intesa firmato con la Libia nel febbraio 2017, con il governo Gentiloni, ministro degli interni Marco Minniti, che assegna a Tripoli il compito di bloccare a terra o ricondurre indietro i migranti, dopo averli intercettati e fermati nel Mediterraneo. In sostanza, un patto di respingimento di massa. Ad ogni costo. […]

Grecia: contro i profughi un muro anche in mezzo al mare

by

Non bastavano i muri “a terra”. Gli oltre 1.100 chilometri di barriere metalliche, alte dai 4 ai 6 metri e coronate dai micidiali rotoli di filo lamellato, costruite, ad esempio, intorno alle enclave spagnole di Ceuta e Melilla in Marocco o lungo la frontiera dell’Evros fra Grecia e Turchia come sull’intero confine tra la Bulgaria […]

L’Onu, la Libia e la Corte Penale Internazionale

by

L’ennesimo rapporto ONU sulla Libia è stato pubblicato, questa volta a firma del Segretario Generale Guterres. L’ennesimo rapporto in cui l’ONU descrive, prova ed argomenta le violazioni umanitarie che da anni rappresentano la quotidiana realtà di violenze, omicidi, torture e sparizioni nei campi di detenzione libici. Violazioni che integrano tutte gli estremi dei reati elencati […]

Da Niscemi al Kurdistan

by

Il 3 novembre del 2016 l’ammiraglio Christian Becker, responsabile del Comando e Controllo delle Comunicazioni e dell’Intelligence del Pentagono, durante una conferenza stampa annuncia l’attivazione delle tre stazioni del MUOS in Sicilia a Niscemi, nella riserva della Sughereta, dove sono attive le 46 antenne del Naval Radio Transmitter realizzate nel 1991. Ad una precisa domanda, […]

Dopo Malta cresce il disimpegno dell’Europa nei soccorsi in mare

by

Il premier Giuseppe Conte ha parlato di “svolta”. E’ vero, sembra proprio che il recente accordo di Malta stia segnando una “svolta” nella politica migratoria e nell’organizzazione dei soccorsi ai naufraghi alla deriva su barche o relitti salpati dalle coste africane con il loro carico di disperati. Non nel senso, però, lasciato intendere dal Governo […]